Cerca
Cerca

Approvato il Def 2024. Giorgetti: “Debito pubblico condizionato dai riflessi del superbonus”

Il deficit resta al 4,3% per il 2024, per poi passare al 3,7% nel 2025 e al 3% nel 2026.

Def approvato, ma nel formato che prevede la sola pubblicazione delle stime tendenziali. Giorgetti ha precisato che ci sono ben quattro precedenti e, anche in ambito europeo, l’Italia non sarà l’unico Paese a presentare un Def semplificato proprio per la natura di transizione delle nuove regole europee che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2025. Le previsioni sono in linea con la nota di aggiornamento del Def di fine settembre. Il Pil viene rivisto al ribasso (+1% quest’anno e +1,2% il prossimo), ma comunque a un livello più alto delle stime di altri istituti che ipotizzano una forchetta di +0,6/+0,8%. Il deficit resta al 4,3% per il 2024, per poi passare al 3,7% nel 2025 e al 3% nel 2026. Inversione di tendenza per il debito: fino al 2027 resterà sotto il 140%, ma salendo progressivamente dal 137,8% di quest’anno fino al 139,8% del 2026, il calo è ipotizzato a partire dal 2027.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.