Cerca
Cerca

Arval Italia e GiPA: analisi sul mercato dei veicoli usati in Italia

Obiettivo dell'analisi è approfondire il processo di acquisto di una vettura di seconda mano dei consumatori privati, per capirne le abitudini e gli elementi che condizionano le loro scelte.

Compatta, utilitaria o citycar, ad alimentazione diesel o benzina, con un’età media poco superiore ai 10 anni e con circa 77.000 chilometri già all’attivo: è questo l’identikit dell’auto usata acquistata dagli italiani. A dirlo è un’indagine commissionata da Arval Italia, società del Gruppo BNP Paribas che opera nel settore del noleggio auto e nelle soluzioni di mobilità, e realizzata da GiPA, Automotive Market Intelligence, azienda operante nel postvendita automobilistico con una conoscenza approfondita in oltre 30 Paesi. L’obiettivo dell’indagine, voluta dalla Direzione remarketing che, all’interno di Arval, si occupa della rivendita delle auto giunte al termine del ciclo di noleggio, è approfondire il processo di acquisto di una vettura di seconda mano dei consumatori privati, per capirne le abitudini e gli elementi che condizionano le loro scelte. L’analisi è quindi svolta su un comparto, quello delle auto usate, che riveste un’importanza significativa nel mercato auto italiano, costituendo oggi nel complesso il 37% del parco circolante, che si attesta a quasi 33 milioni di veicoli e che, nonostante i recenti anni difficili per le immatricolazioni di veicoli nuovi, è comunque cresciuto del 5% in 10 anni.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.