Cerca
Cerca

Diario di 30 giorni (febbraio 2017)

28 febbraio – Il presidente di Seat, Luca de Meo, in occasione del MWC di Barcellona ha presentato il prototipo della city car elettrica eMii, con motore da 81 Cv e batteria da 18,7 kWh che assicura un’autonomia di circa 160 chilometri. Il sistema anticollisione con sterzata automatica di Volvo introduce sulla XC60 un dispositivo per la sicurezza che promette di far calare in maniera sensibile l’incidentalità, in particolare in città.

27 febbraio – La Pininfarina ha sottoscritto un accordo commerciale dal valore di circa 65 milioni di euro (con una durata complessiva di 46 mesi) con Hybrid Kinetic Group Limited, società quotata alla borsa di Hong Kong e specializzata nel business delle auto elettriche.  La compagnia petrolifera olandese Shell e il gruppo automobilistico giapponese Toyota sono vicini all’avvio di un progetto per la realizzazione in California di un network di stazioni di rifornimento per veicoli a idrogeno. È iniziato il conto alla rovescia per l’effettiva commercializzazione del Mercedes-Benz eTruck, primo camion elettrico da 25 tonnellate a zero emissioni del marchio tedesco, accreditato di 200 km di autonomia, sarà prodotto inizialmente in una serie limitata con inizio delle consegne già dal 2017. In gennaio, secondo i dati diffusi dal ministero dello Sviluppo Economico, i consumi di benzina e gasolio auto sono aumentati dello 0,4%, ma la spesa alla pompa degli automobilisti è aumentata del 12,7% passando dai 3,629 miliardi del gennaio 2016 ai 4,091 miliardi. 

24 febbraio – È la Ferrari SF70-H, la monoposto chiamata al riscatto nel Mondiale di Formula 1 2017, con il 70 celebra i 70 anni della Ferrari, è la vettura numero 63 realizzata per il Mondiale di F1.

23 febbraio –  I governi di Francia e Germania esprimono il proprio sostegno all’acquisizione di Opel da parte di Psa. Entrambi i governi vogliono “chiarezza, il più presto possibile, sul futuro delle due società” anche per i lavoratori e per i siti di produzione. Entrambe le società, Opel e Psa, dovrebbero mantenere ciascuna i propri brand e disporre di un adeguato management, mentre il gruppo post-fusione ha bisogno, secondo la visione dei due Governi, di una “strategia percorribile di lungo termine”. La Panda a metano numero 300.000 è uscita dall’impianto italiano di Pomigliano e sarà esposta con una livrea speciale sullo stand Fiat alla prossima edizione del Salone di Ginevra.

22 febbraio – Il gigante industriale Tata e il Gruppo Volkswagen hanno in corso colloqui avanzati che potrebbero portare all’annuncio, forse al Salone dell’Auto di Ginevra, di un accordo di cooperazione riguardante l’architettura di veicoli e tecnologie. Secondo quanto dichiarato da Alfredo Altavilla, Chief Operating Officer Emea di Fca all’Ansa, il nuovo Suv Alfa Romeo Stelvio “permetterà alla marca di radicarsi nel segmento D, che è il cuore del mercato premium, e di consolidare il successo di Giulia che nel 2016 ha superato del 23% i nostri obiettivi, conquistando il 66% delle vendite ai privati nel segmento berline premium”. Renault Sport Formula One Team ha alzato il sipario sulla sua monoposto 2017: la RS17, che stata presentata a Londra con l’ausilio di nuovi partner e sponsor, tra cui BP, Castrol e Mapfre.  Il primo Suv di Alfa Romeo, denominato Stelvio, è stato presentato a Saint Moritz in Svizzera e sarà lanciato in una speciale serie di debutto, equipaggiato con il nuovo motore 2.0 turbo a benzina da 280 Cv accoppiato alla trazione integrale Q4.

21 febbraio – “In caso di acquisizione di Opel, Psa ha rimarcato l’assicurazione che gli attuali accordi verranno mantenuti, quelli tariffari, sui posti di lavoro e sulla salvaguardia degli stabilimenti”. Lo ha detto il presidente del consiglio di fabbrica di Opel Wolfgang Schaefer-Klug.

20 febbraioFord sta mettendo a punto una tecnologia che potrebbe limitare i rischi di scontri e danni da buche stradali che “sono la causa di oltre un terzo degli incidenti in Europa”.

19 febbraio – Secondo il rapporto 2017 di Brand Finance, la Ferrari si conferma il brand di auto più forte al mondo mentre il primato di brand con il maggior valore al mondo a Toyota. Per conto suo, Ferrari ha migliorato la sua posizione di tre punti raggiungendo un punteggio di 91,9 e riconquistando il rating d AAA+, segue nella classifica, Porsche, con rating AAA e punteggio 86, in terza posizione invece è Volkswagen (84,9 punti). Addio al libretto di circolazione e al certificato di proprietà dell’auto così come previsto nella riforma della Pubblica Amministrazione, che contiene la più volte annunciata integrazione tra le competenze del Pubblico Registro Automobilistico (PRA) gestito dall’Aci e della Motorizzazione, che dovrebbero confluire in un’agenzia unica presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

18 febbraio – Gli analisti Usa giudicano positivamente la cessione da parte di GM della Opel a Psa. Gli analisti vedono interessanti le prospettive nel periodo successivo alla cessione di Opel, anche per l’esistenza di un programma di cooperazione tra i due colossi che già sta dando buoni frutti.

17 febbraio – Con la messa in funzione di ulteriori nuove colonnine di ricarica rapida, prosegue il contributo di Nissan all’ampliamento del network italiano di punti di rifornimento per i veicoli elettrici. La Casa giapponese, impegnata concretamente da tempo nel sostegno dello sviluppo della mobilità a zero emissioni e partner del progetto Eva+ che prevede l’installazione di 180 punti di ricarica sulle autostrade italiane, ha annunciato l’apertura di quattro nuove colonnine di tipo CHAdeMO presso le concessionarie: Autoveicoli Erzelli di Genova, di Ceccato Automobili di Vicenza, di Chiappetta Motori di Rende (CS) e di Comer Sud di Catania.

16 febbraio – La Italdesign lancerà al prossimo Salone dell’Auto di Ginevra il nuovo marchio “Automobili Speciali”, dedicato alla produzioni di serie speciali ultra limitate. Il mercato auto in Europa è partito bene nel 2017, con le immatricolazioni in gennaio nei 28 Paesi dell’Unione (più gli Efta) a quota 1.203.958, il 10,1% in più rispetto allo stesso mese del 2016.

15 febbraio – Il gruppo Psa sta studiando un possibile matrimonio con Opel, acquisendo le due filiali europee della GM, in Germania e in Inghilterra (Vauxhall). La notizia dell’interesse del Gruppo Psa su Opel non è però stata ben accolta dalla Ministra per l’Economia Brigitte Zypries che ha definito inaccettabile il modo di procedere di GM e Psa per non aver preventivamente informato dell’operazione il sindacato metalmeccanico tedesco (Ig Metall), il Land dell’Assia e il Governo tedesco. Il miliardario inglese Jim Ratcliffe, proprietario dell’Ineos Group, attivo nel settore chimico e nell’energia, ha comunicato di avere l’intenzione di investire “centinaia di milioni di sterline” in una iniziativa industriale che prevede, attraverso la costruzione di un nuovo stabilimento, la produzione di un nuovo fuoristrada 4×4 estremo fortemente ispirato all’ormai fuori produzione Land Rover Defender. L’Enel realizzerà una rete di colonnine per la ricarica delle auto elettriche “con un investimento non colossale, che non arriva a 300 milioni per tutta Italia”. Lo ha annunciato l’AD Francesco Starace aggiungendo che si tratterà di un investimento dell’azienda, anche con fondi europei e con il contributo “di chi utilizza le macchine”, che quindi “non farà parte della tariffa elettrica e non graverà sulle bollette”.

14 febbraio – Il gruppo Toyota si conferma leader mondiale nella produzione e vendita di auto green, superando quota 10 milioni di auto ibride vendute nel mondo. Il nuovo record di 10,05 milioni di veicoli arriva ad appena nove mesi dal precedente primato di 9 milioni, stabilito alla fine dello scorso aprile. Si tratta di un numero destinato a essere superato presto se si considera che a livello globale le ibride del gruppo vendute nel solo mese di gennaio sono state complessivamente 105.000 (in tutto il 2016 erano state circa 1.400.600). Di queste, 43.500 sono state consegnate in Giappone, 15.300 in Nord America, 30.300 in Europa e 16.200 negli altri mercati.

13 febbraioFord ha investito un miliardo di dollari in una joint venture con la società di intelligenza artificiale, Argo AI, per lo sviluppo della guida autonoma.

11 febbraio – Nemmeno con gli incentivi, che in alcuni Paesi europei sono elevati, le auto elettriche sono convenienti sul piano del costo chilometrico rispetto agli analoghi modelli con propulsore termico. Lo evidenzia uno studio dell’Adac, l’automobile club tedesco, che ha preso in considerazioni i costi per chilometro degli EV venduti in quel mercato, dove – occorre ricordarlo – il Governo concede un bonus di 4.000 euro.

9 febbraio – La diffusione delle auto elettriche in Francia potrebbe mettere in crisi i sistemi di distribuzione dell’energia, lo rivela uno studio realizzato da Enedis su uno scenario 2030, in cui la ricarica degli EV potrebbe arrivare ad assorbire il 30% dell’intera disponibilità del Paese, soprattutto in orari – come dopo le 19 dei giorni feriali, cioè quando la grande maggioranza di chi si muove per lavoro arriva a casa – per effetto del contemporaneo collegamento degli EV alla rete per il pieno di energia. La Cina ha fatto registrare vendite record per quanto riguarda i bus elettrici, ne sono stati venduti 115.700, il 20% dei bus venduti in tutto il paese esiatico. In Cina circola il 98% dei bus elettrici del mondo, mentre nel 2013 i bus elettrici venduti in quel Paese erano stati 1.672. Nel 2014 erano passati a 12.760, nel 2015 a 94.260, fino ad arrivare ai 115.700 del 2016.

8 febbraio – Grazie a una collaborazione tra Tmall (Alibaba), Kun Peng Financing Leasing Company e Banque Psa, ora è possibile acquistare vetture con marchio DS in Cina anche via internet tramite la piattaforma B2C Tmall in pochi click.

7 febbraio – Con l’acquisizione della società francese di elettrificazione di bus e mezzi commerciali Power Vehicle Innovation, Renault punta ad accelerare la crescita del gruppo nel settore merci e del trasporto passeggeri a basso impatto ambientale. Primo frutto della collaborazione tra PVI e Renault è il Master Z.E. completamente elettrico svelato lo scorso gennaio al salone di Bruxelles. La Svezia prosegue nel suo cammino verso le emissioni zero e Vattenfall, la compagnia energetica di proprietà dello Stato ha infatti annunciato che nel giro di 5 anni cambierà la sua flotta di auto, rimpiazzando i veicoli ad alimentazione tradizionale con quelli elettrici; la misura interesserà oltre 3.000 vetture. Nel dettaglio si tratta di 1.700 auto in Svezia, cui si aggiungono 1.100 veicoli in Germania e 750 nei Paesi Bassi, due delle altre nazioni in cui è operativa. La società ha quindi rimarcato l’obiettivo di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

6 febbraioToyota ha particolarmente sofferto l’apprezzamento dello yen, che ha pesato sulla sua redditività al punto da registrare un calo dell’utile operativo del 32% nel periodo da aprile a dicembre 2016, attestandosi a quota 1.560 miliardi di yen (12,8 miliardi di euro). Il colosso nipponico ha comunque aumentato le stime sui profitti per l’anno fiscale in corso, che dovrebbe attestarsi a 1.850 miliardi di yen (circa 15,2 miliardi di euro), dato inferiore rispetto alla stima di 1.700 miliardi di yen fatta in precedenza. Toyota, inoltre, ha registrato, nei mesi che vanno da marzo a dicembre, una flessione del 24% dell’utile netto a 1.430 miliardi di yen e un fatturato in diminuzione del 6%. Suzuki e Toyota hanno firmato un memorandum per l’avvio di parnership future nel campo della sicurezza, dell’ambiente, della tecnologia e della fornitura comune di prodotti e componentistica, l’accordo arriva dopo 4 mesi dall’incontro tra il presidente Toyota, Akio Toyoda e Osamu Suzuki, chairman di Suzuki Motor Corporation. Dal mese di giugno le Peugeot 508 e 5008 saranno assemblate anche in Kenya al ritmo iniziale di 1.000 unità l’anno, come stabilito dall’accordo siglato tra Psa e l’importatore locale Peugeot dal 2010, Urysia.

2 febbraio – Sale il fatturato di Daimler nel 2016. Il gruppo tedesco ha totalizzato vendite per circa 3 milioni di unità (MercedesBenz, Smart, Daimler Truck, MercedesBenz Van) con un aumento del 5% (e non del 12% come previsto) rispetto al periodo precedente, mentre il fatturato è salito a 153,3 miliardi di euro, con una crescita del 3%. Il risultato di Daimler è dovuto a un aumento delle immatricolazioni del comparto auto (+10%) e di quello dei van (+12%), mentre sono in calo le vendite dei truck (-17%) e dei bus (-7%). In decisa crescita anche Ebit di Daimler, ora a quota 14.243 miliardi di euro (+3%) con le maggiori contribuzioni che arrivano dai van (+37%), dai bus (+28%) e dalle auto (+3%). Riguardo le possibili ripercussioni delle politiche del Presidente Usa Donald Trump verso i prodotti Daimler, Dieter Zetsche, Ceo del gruppo tedesco ha affermato: “L’atteggiamento e le decisioni della presidenza Trump non avranno impatto sulle attività Mercedes negli Stati Uniti”. Zetsche ha anche sottolineato la soddisfazione nella collaborazione con la famiglia Bonomi, che controlla il marchio Aston Martin con la sua Investindustrial (37,5% delle quote, mentre Daimler ne ha il 5%), maturata in una joint venture tra il marchio inglese e la AMG che fornisce motori e componenti per le nuove DB11, mentre nessun commento è stato fatto sul fronte MV Agusta, la storica marca di moto in fase di ristrutturazione della quale il gruppo tedesco, tramite AMG detiene il 25%. La Ferrari ha chiuso positivamente il 2016 con un indebitamento industriale in calo a 653 milioni di euro contro i 797 milioni di fine 2015. Il marchio italiano delle supercar ha visto un aumento delle sue vendite sui mercati dell’Asia Pacifico (+3%) e nel continente americano (+2%), mentre in Cina le consegne sono aumentate solo dell’1% a causa della cessazione dell’accordo con l’attuale distributore di Hong Kong nel quarto trimestre 2016. Fca ha promosso una insolita iniziativa di comunicazione negli Usa, coinvolgendo i giornalisti specializzati americani in una giornata in fabbrica nella veste di operai addetti alla fabbricazione dei motori V6 in alluminio nella fabbrica di Mack Avenue a Detroit. Mercedes-Benz produrrà i modelli elettrici del marchio EQ, compiendo un altro passo nella sua offensiva elettrica e diventando così il centro di competenza per le vetture elettriche a batteria del segmento superiore e di lusso. La NanoFlowcell Holdings tornerà al Salone dell’Auto di Ginevra con la Quant 48Volt, una vettura sportiva elettrica che utilizza lo stato dell’arte della tecnologia a bassa tensione, applicata a motori a basso voltaggio da 48 Volt, ma con un’efficacia decisamente superiore al modello precedente. In 20 anni l’EuroNcap ha salvato circa 78mila vite, l’ente indipendente europeo costituito per verificare i livelli di sicurezza dei veicoli venduti nel Vecchio Continente ha diffuso la stima in occasione del ventennale dalla sua istituzione.

1 febbraioDaimler e Uber hanno siglato un accordo di collaborazione per la fornitura ufficiale al network di fide sharing di vetture Mercedes-Benz dotate di sistemi che permettono la guida autonoma. Prosegue la sperimentazione denominata “Muévete en verde” a Madrid e destinata, nelle intenzioni della Fundacion Cotec assieme all’amministrazione comunale della capitale spagnola a migliorare la qualità dell’aria e abbassare i livelli di CO2. Elemento chiave di questo progetto è l’installazione di giardini pensili sul tetto degli autobus urbani. Con 4.319 immatricolazioni il Nissan e-NV200 è il commerciale elettrico più venduto in Europa nel 2016. Il primato è stato accompagnato da una crescita delle vendite del 7%. Da Bruxelles è in arrivo un nuovo richiamo all’Italia in materia di rispetto dell’ambiente. La Commissione Europea intende portare avanti – con l’invio a Roma di un parere motivato – la procedura d’infrazione aperta nel maggio del 2015 per il superamento dei limiti previsti dalla direttiva 2008/50 in materia di emissioni di biossido di azoto (NO2), in pratica l’inquinamento legato ai gas di scarico dei motori diesel.

 

 

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.