Cerca
Cerca

Dopo 19 mesi a marzo arriva il segno meno: -3,7%

Nel mese, lo stock di km0 è cresciuto di 19mila unità, con un incremento del 26% e una quota che sfiora l’11%.

Dopo 19 mesi di crescita, marzo porta il segno meno. Secondo i dati comunicati da Unrae, nel mese sono state immatricolate 162.083 autovetture per una flessione del 3,7% tendenziale. Un risultato certamente influenzato dalle due giornate lavorative in meno rispetto a un anno fa, ma che ancora una volta deve fare i conti con due impedimenti. Da un lato l’annoso clima di incertezza che frena la propensione all’acquisto da parte dei Privati, il cui consuntivo mensile ha portato un calo del 5,5%, e dall’altro la disastrosa attesa per gli incentivi 2024, annunciati a gennaio, ma per i quali ancora nessuno conosce la data effettiva di entrata in vigore. A questo bisogna aggiungere anche il sostanzioso contributo delle autoimmatricolazioni. Nel mese, lo stock di km0 è cresciuto di 19mila unità, con un incremento del 26% e una quota che sfiora l’11%. Nell’analisi per canale fa di meglio solo il Noleggio Breve Termine con volumi analoghi, ma con un progresso del 65,7%. A proposito di Noleggio, sempre in acque tormentate il Lungo Termine, titolare a marzo di un ulteriore crollo del 27%, evidente sintomo del ritardo oltre la soglia dell’imbarazzo degli incentivi. In rosso anche le Società: quota sostanzialmente stabile, ma calo del 7,6%. Quanto alle alimentazioni, la benzina migliora del 6,4%, il diesel perde un ulteriore parte di sé, rinunciando al 28% dei volumi e a 5 punti di quota. Bene le ibride: +8,9%, male le plug-in: -22,6%. Per l’elettrico sarebbe meglio stendere una cortina pietosa, ma la cronaca impone di scrivere -34,5% in volumi e -2,5 punti di quota a marzo; nel trimestre il calo è del 18,5% con la penetrazione che scende al di sotto del 3%. Anche in questo caso, oltre a tutto il resto, l’attesa degli incentivi, cioè del sostegno alla transizione ecologica, mortifica il mercato. Il primo trimestre va in archivio con 451mila nuove autovetture immatricolate per un incremento del 5,7%, nel bimestre era dell’11,7%.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.