Cerca
Cerca

Europa, estate a due velocità. 8 mesi – 33%

Estate a due facce per i mercati dei 27 Paesi dell’Unione europea, cui si aggiunge il Regno Unito e non si considera Malta. Il bimestre luglio-agosto ha totalizzato 2.166.134 nuove immatricolazioni, 238mila in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno corso, per un calo del 9,9%. Non così male, considerati i tempi. Nel bimestre, tuttavia, si fa notare la tendenza al ribasso particolarmente accentuata dei Paesi nuovi Membri che perdono il 24,9%, a fronte del -9,6% dei 14. Scendendo più nel dettaglio, luglio si è comportato molto bene e le sue 1.281.740 immatricolazioni, pari a un calo del 3,6%, hanno generato ottimismo nel Vecchio continente. D’altro canto, agosto non ha fatto altrettanto bene, anzi. Con 884mila nuove targhe il mese, non senza generare perplessità, ha chiuso a -17,6% con un passivo di oltre 189mila unità. Il cumulato è passato da -39,4% del primo semestre a -32,9% degli 8 mesi. Nei singoli Paesi, la Francia, dopo l’impresa di giugno, a luglio è tornata a -1,3% e ad agosto a – 19,8%. Anche la Germania a luglio ci ha provato, ma è rimasta a -5,6%, agosto a -20,0%.  La Spagna è tornata in territorio positivo a luglio (+1,1%), ma agosto lo ha chiuso a -10,0%. Quanto a Gruppi, negli 8 mesi i migliori 3 sono Toyota -21,9%, BMW -24,1%, Hyundai -27,4%. Più in basso la coppia da seguire: Fca -38,6%, Psa -39,6%.
Mercato Europa – Luglio e Agosto 2020 – Vendite per Paese
Mercato Europa – Luglio e Agosto 2020 – Vendite per Gruppi e Marche

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.