Cerca
Cerca

Europa, il peggior ottobre di sempre, in 4 mesi vanno in fumo 1,1 milioni di targhe

Sono state 798mila le immatricolazioni di ottobre registrate nel complesso dei mercati europei, è il peggior ottobre di sempre. Numeri deprimenti, il confronto con ottobre 2020 scende a – 29,3%, con ottobre 2019 la differenza è -34,3%. Nonostante sia il quarto mese consecutivo con il segno meno, il sesto dall’inizio dell’anno, il cumulato dei primi 10 mesi, con 9,96 milioni di unità, è ancora in positivo del 2,7% sul 2020. Nel confronto con il 2019 le perdite ammontano a un quarto del targato. Ancora una volta, il risultato mensile riflette i principali problemi di approvvigionamento, principalmente dati dalla carenza di semiconduttori. Una situazione che impone alle Case di dare la priorità nella produzione a prodotti con un prezzo più elevato e di conseguenza con margini migliori. Nell’analisi per area, a ottobre l’Unione dei 27 ottiene il risultato peggiore con un calo del 30,2% e con appena 665mila autovetture targate. Ancora peggio per l’Europa dei 14 che scende a -31,3%. Tiene, se così si può dire, l’Europa dei nuovi Membri che immatricola 81.880 unità perdendo il 21,8%. Risultato analogo anche in area Efta, il targato di 27mila auto corrisponde a un calo del 20,9%. Nel mese, tutti in negativo i singoli mercati, con l’eccezione dell’Irlanda e i due piccoli Cipro e Islanda.
Mercato Europa – Vendite per Gruppi e Marche – Ottobre 2021
Mercato Europa – Vendite per Paese – Ottobre 2021

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.