Cerca
Cerca

Febbraio sorprende tutti, vendite a +27,3% bimestre a due cifre con il traino FCA

Atteso al varco dopo la buona apertura di gennaio, il mercato di febbraio ha dichiarato un superlativo +27,3%. Si parla di 172.241 immatricolazioni, che portano a quota 327.963 il numero delle auto vendute nel periodo gennaio-febbraio 2016, con una variazione di +22,7% rispetto allo stesso periodo del 2015. Da punto esclamativo e sorprendente ad ogni livello, se perfino l’Unrae ha comunicato un “non disponibile” alla voce raccolta ordini (vedi tabella a pag. 66).

Pur nella sua eccellenza, è comunque un risultato che non dice una parola risolutiva su quello che potrà essere l’andamento complessivo dei 12 mesi del 2016. Anzi, se possibile complica ulteriormente le cose, in termini di previsioni: se da un lato conferma il trend di crescita che aveva caratterizzato gli ultimi due mesi dello scorso anno e poi anche gennaio 2015, dall’altro non fuga lo spettro di una contrazione sempre potenzialmente appostata dietro l’angolo dei mesi che verranno, quando l’effetto positivo di alcune delle attuali massicce campagne di promozione si sarà inevitabilmente sopito. E poi, nell’analisi di un risultato che da tutte le parti in causa è stato giudicato quantomeno strabiliante, non va dimenticata l’incidenza  di alcune variabili, dal boom del dato sulla vendita a nolo (+16,7% su febbraio 2015, che a sua volta aveva già registrato una crescita nel mese del 45%) al giorno lavorativo in più del febbraio bisestile (per un totale di due giorni lavorativi in più rispetto a gennaio). In conclusione, per noi vale sempre la vecchia regola: è il primo trimestre nel suo complesso a dire la verità su ciò che è lecito aspettarsi sull’arco dei 12 mesi.

Promozioni massicce, si diceva. Evidente l’effetto positivo che hanno avuto per tutti i player sul risultato generale del mercato, e in particolare su quello di FCA, che anche a febbraio, così come già a gennaio, ha raccolto i frutti della riconfermata campagna “Rottama una targa”.

Complessivamente, il Gruppo ha chiuso con oltre 50mila immatricolazioni e un +32,2% che rappresenta la crescita più forte da maggio 2006, oltre ad essere la quattordicesima volta consecutiva in cui FCA ha ottenuto un risultato migliore rispetto al mercato. Decisivo il contributo di tutti i marchi: Jeep +47,7%, Fiat +33,8%, Lancia +30% e Alfa Romeo +7,8%.

 

Da segnalare, in continuità con il primo mese dell’anno, il +30% messo a segno dal brand Volkswagen, evidentemente sempre al riparo, in Italia, dagli echi del Dieselgate e premiato dal programma “Promozione Fedeltà”.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.