Cerca
Cerca

In Europa si conferma la crescita, marzo +26,1%

La depressione che ha travolto l’auto si allontana lentamente. A marzo, secondo i dati comunicati da Acea, nei 31 Paesi in analisi sono state immatricolate 1,42 milioni di nuove autovetture per una crescita tendenziale del 26,1%. Un confronto solo apparentemente buono perché calcolato su un periodo tormentato dalle complicazioni lato offerta. Il cumulato raggiunge i 3,23 milioni di passenger car, volumi in aumento tendenziale del 17,5%, con una giornata lavorativa in più trimestre su trimestre. Le previsioni sull’intero 2023 rimangono stabili con un misurato outlook positivo. Insomma una perturbazione che ancora non lascia spazio a una convincente crescita. Al di là del settore auto in sé, è ancora la congiuntura geopolitica a determinare le instabilità che preoccupano tutti, dal consumatore alle banche centrali. Queste ultime impegnate soprattutto nel garantire la stabilità dei prezzi, con lo spettro di assistere a una frammentazione delle catene del valore e il conseguente aumento del livello dei prezzi al consumo. Un quadro che sta complicando l’obiettivo di medio termine fissato dalla Bce del 2% di inflazione. Tornando alla mobilità, l’auto elettrica a marzo ha toccato quota 13,9% crescendo del 43,2%, nel trimestre con 433mila unità il progresso è del 33,2%. Tra i Gruppi, a marzo Volkswagen +34,5%, Stellantis +23,3% e Renault +26,9%.
Mercato Europa – Vendite per Gruppi e Marche – Marzo 2023
Mercato Europa – Vendite per Paese – Marzo 2023

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.