Cerca
Cerca

Invitalia entra in Landi Renzo SpA. Ok dalle banche

L'accordo raggiunto con il ceto bancario e gli aumenti di capitale consentono a Landi Renzo di stabilizzare la struttura finanziaria

Landi Renzo SpA ha comunicato di aver ricevuto l’adesione delle banche alla rimodulazione degli accordi di finanziamento a medio e lungo termine nel contesto di una operazione di rafforzamento patrimoniale. L’operazione prevede l’ingresso del Fondo Salvaguardia Imprese, promosso dal MIMIT e gestito da Invitalia nell’azionariato di Landi Renzo. L’ingresso del nuovo azionista avverrà tramite un aumento di capitale sociale riservato di 20 milioni di euro, promosso unitamente a un ulteriore aumento di capitale in opzione per complessivi 25 milioni di euro, garantito fino a 20 milioni di euro dal socio di maggioranza Green by Definition. La società ha ricevuto adesione da parte delle banche contraenti il finanziamento in pool – Banco BPM Spa, Intesa Sanpaolo Spa e UniCredit Spa – alla proposta di intervento di ottimizzazione finanziaria e patrimoniale. Tutti gli istituti di credito e sottoscrittori dei contratti di finanziamento hanno deliberato a favore dell’estensione delle scadenze delle linee di credito, confermato le condizioni economiche in essere nonché concordato la definizione di nuovi livelli di accordo. “L’accordo raggiunto con il ceto bancario e gli aumenti di capitale consentono a Landi Renzo di stabilizzare la struttura finanziaria della Società e di concentrarsi sull’implementazione del nuovo piano industriale”, ha spiegato la società.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.