Cerca
Cerca

L’Ue si appresta a introdurre i dazi sui veicoli elettrici cinesi

La Camera di Commercio cinese presso l’Ue ha dichiarato di essere delusa dalla mossa.

Da domani, giovedì 7 marzo, la Commissione europea inizierà la registrazione doganale delle importazioni di veicoli elettrici cinesi. Questo significa che le importazioni di Ev potrebbero essere colpite da tariffe a partire da domani se l’indagine commerciale dell’Ue, avviata a settembre dello scorso anno, concluderà che stanno ricevendo sussidi ingiusti. La Commissione sta conducendo un’indagine antisovvenzioni sui veicoli elettrici a batteria cinesi per determinare se imporre tariffe per proteggere i produttori dell’Ue. La conclusione dell’indagine è prevista per novembre, anche se l’Ue potrebbe imporre dazi provvisori a luglio. In un documento pubblicato ieri, la Commissione ha dichiarato di avere prove sufficienti che dimostrano che gli Ev cinesi sono sovvenzionati e che le importazioni sono aumentate del 14% su base annua da quando l’indagine è stata formalmente avviata. La Commissione ha affermato che i produttori dell’Ue potrebbero subire un danno, che sarebbe difficile da riparare, se le importazioni cinesi continuassero a questo ritmo accelerato prima della conclusione dell’indagine. La Camera di Commercio cinese presso l’Ue ha dichiarato di essere delusa dalla mossa e che l’impennata delle importazioni riflette la crescente domanda europea di veicoli elettrici.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.