Cerca
Cerca

Neuralink, il primo impianto di chip celebrale a paziente umano

Una pietra miliare fondamentale nelle ambizioni della startup di aiutare i pazienti a superare la paralisi e una serie di condizioni neurologiche.

Il 28 gennaio il primo paziente umano ha ricevuto un impianto dalla startup di chip cerebrali Neuralink. “I risultati iniziali mostrano un rilevamento promettente dei picchi neuronali”, ha detto Elon Musk in un post su X. L’anno scorso la Food and Drug Administration statunitense aveva dato alla società l’autorizzazione a condurre il suo primo esperimento per testare il suo impianto sugli esseri umani, una pietra miliare fondamentale nelle ambizioni della startup di aiutare i pazienti a superare la paralisi e una serie di condizioni neurologiche. L’operazione è realizzata grazie all’aiuto di un robot che posiziona chirurgicamente un impianto di interfaccia cervello-computer in una regione del cervello che controlla l’intenzione di muoversi, con l’obiettivo di consentire alle persone di controllare il cursore o la tastiera di un computer usando il solo pensiero.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.