Cerca
Cerca

Nuove irregolarità nei test su motori Toyota

Il presidente della Toyota, Akio Toyoda, ha dovuto scusarsi per un altro scandalo.

Toyota avrebbe dovuto trascorrere la giornata di ieri festeggiando un altro anno come Casa automobilistica più venduta al mondo con 11,2 milioni di veicoli consegnati nel 2023. Invece, il presidente della Toyota Akio Toyoda ha dovuto scusarsi per un altro scandalo relativo a un imbroglio normativo presso un’affiliata. Toyota ha temporaneamente interrotto le spedizioni dei truck Hilux e SUV Land Cruiser equipaggiati con motori diesel dopo che gli investigatori hanno scoperto che l’affiliata che produce i motori potrebbe aver truccato i test affinché i motori producessero curve di potenza e coppia più fluide. L’affiliata Toyota Industries Corporation ha ammesso nel marzo 2023 che i dipendenti avevano manipolato i test dei motori diesel utilizzati in alcune apparecchiature industriali per soddisfare gli standard giapponesi sulle emissioni. Toyota ha commissionato un’indagine e tale revisione ha rivelato irregolarità nei test sui veicoli passeggeri diesel. Toyota sta già affrontando le conseguenze delle rivelazioni sulla frode nei test di sicurezza presso la sua affiliata di mini-car Daihatsu. Daihatsu ha interrotto la produzione lo scorso anno fino a questo mese. Nel 2022, si è scoperto che l’affiliata Toyota Hino falsificava i dati per le emissioni del motore e i test sulle prestazioni.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.