Cerca
Cerca

Toyota Motor potrebbe aver violato le norme di certificazione dei propri veicoli

La violazione degli standard Onu potrebbe, in teoria, significare che “i modelli potrebbero essere ritirati dalle strade in luoghi diversi dal Giappone”, compresa l’Ue.

Toyota Motor avrebbe violato gli standard nazionali giapponesi e le norme delle Nazioni Unite, in quanto il Ministero dei Trasporti del Paese avrebbe identificato sei casi di irregolarità nelle certificazioni dei veicoli da parte della Casa automobilistica. È quanto riferisce il quotidiano Yomiuri, senza specificare la fonte delle informazioni. Ottenere le certificazioni dei veicoli in Giappone, che aderisce ai regolamenti delle Nazioni Unite, consente ai produttori di ricevere la certificazione in 61 altri Paesi e regioni, tra cui l’Unione Europea e il Regno Unito, senza sottoporsi a test ulteriori, afferma il quotidiano nipponico. I sei casi di irregolarità nei veicoli Toyota, che includono i test per la protezione degli occupanti in caso di collisione frontale, la protezione della testa e delle gambe dei pedoni, la collisione posteriore e la potenza del motore, rientrano in 43 regolamenti Onu per i veicoli passeggeri, il che indicherebbe che le violazioni non sono limitate agli standard giapponesi, ma violano anche gli standard Onu. Reuters ha riferito che la violazione degli standard Onu potrebbe, in teoria, significare che “i modelli potrebbero essere ritirati dalle strade in luoghi diversi dal Giappone”, compresa l’Ue.

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.