Cerca
Cerca

Zona euro, sono ancora forti le pressioni inflazionistiche

La Bce non si sta impegnando in un ulteriore allentamento della politica monetaria dopo il taglio dei tassi del 6 giugno scorso.

“Le pressioni inflazionistiche nella zona euro rimangono forti, tanto da indurre la Banca centrale europea a mantenere i tassi di interesse alti più a lungo delle attese per limitare la crescita economica”. Lo ha detto il capo economista della Bce, Philip Lane. “L’elevato livello di incertezza e le pressioni sui prezzi ancora elevate, evidenti negli indicatori dell’inflazione interna e dei servizi e della crescita dei salari, significano che dovremo mantenere un orientamento monetario restrittivo”, ha detto Lane durante un discorso a Dublino. Il banchiere ha aggiunto che la Bce non si sta impegnando in un ulteriore allentamento della politica monetaria dopo il taglio dei tassi del 6 giugno scorso e che le eventuali mosse successive dipenderanno dai dati in arrivo e le decisioni saranno prese nel corso delle singole riunioni.

Ecofin – #IanNewsLetter

Editoriali e commenti
Iscriviti alla newsletter
Ogni settimana le principali news direttamente nella tua casella email.